0

Filosofia emotiva della recensione

Posted by Laura Bertoli on 22/03/2014 in Pensieri sulla scritura |

Mi commuove sempre un po’ quando un autore, che magari non conosco nemmeno, mi chiede di recensire un suo testo. Mi domando cos’è che ha fatto scattare la sua fiducia nel mio giudizio e in che modo potrei contribuire al suo successo, io che in fondo sono una lettrice qualunque, una lettrice-scrittrice che ogni tanto pubblica su un blog letterario ma che non riesce a prescindere da ciò che le piace e ciò che non le piace. Sappiatelo, io non sono obiettiva, per cui i miei commenti riflettono più qualcosa di me stessa che di voi e della vostra scrittura. Tenete presente che non sono amante nemmeno di molti dei grandi classici che sono annoverati tra i capolavori della letteratura!

Confesso pubblicamente che non scriverò mai una recensione negativa, perché per mia natura do a tutti i testi una possibilità di riscatto fino all’ultima pagina, ma purtroppo non ho più la costanza né il tempo di arrivare in fondo alla lettura di un libro che non mi interessi dall’inizio. Il tasso di abbandono è quindi piuttosto alto. Una volta mi sarei sforzata di arrivare in fondo a tutti i costi, ma forse oggi sono meno “masochista”, e se qualcosa non mi interessa preferisco dedicarmi ad altro piuttosto che addormentarmi mentre combatto alla ricerca di una sorpresa finale che mi faccia ricredere. Inoltre,  anche nel caso in cui avessi letto tutto fino all’ultima parola e non ne avessi tratto piacere, non mi reputo nessuno per criticare e sminuire i sogni di qualcun altro. Se vi sentite i più bravi scrittori del mondo, chi sono io per dirvi il contrario? Magari non avrete successo, ma sicuramente finché lo credete avete più possibilità di raggiungere il vostro obiettivo piuttosto che non credendolo, o peggio credendo a un mio giudizio negativo.

Diverso è se mi viene chiesto un commento in privato, in quel caso mi concentro sugli aspetti essenzialmente tecnici, su cui mi sento in grado di poter parlare con cognizione di causa. Dedicandomi a una sorta di editing anziché all’espressione di un vero e proprio giudizio. Trovo che questo sia il lavoro migliore che possiamo fare insieme, in un confronto più alla pari rispetto al caso in cui mi venga chiesta una recensione. Tenete comunque presente che, in qualunque caso, non vi posso garantire di riuscire a leggere i vostri lavori, soprattutto in tempi brevi, perché sono in perenne ritardo già con tutte le letture che scelgo di fare e che si accumulano inesorabilmente nella mia libreria e nel mio smartphone. Purtroppo quello che voglio leggere, perché ne sento il bisogno e perché in un certo senso mi “chiama”, avrà sempre la precedenza su tutto, e con i tempi che saranno necessari.

Detto questo, non dovete preoccuparvi se il libro che mi avete spedito da recensire non comparirà tra queste pagine. Non è detto che non mi sia piaciuto, semplicemente può essere che non abbia ancora avuto tempo di aprirlo. Faccio il possibile per leggerli tutti, ma naturalmente se un libro l’ho scelto e comprato io è più probabile che riesca a terminarlo ed eventualmente a recensirlo. Anche le letture che facciamo rappresentano un nostro cammino personale, dal quale a volte è difficile fare deviazioni. Per esempio io sono spesso mono-autore, ci sono periodi in cui mi va di leggere tutto di un determinato scrittore e non c’è spazio per nient’altro, anche se così sicuramente mi precludo altre prospettive e altre scoperte.  Considero comunque un onore  che mi chiediate di leggere i vostri testi e se non sono romanzi ma racconti e poesie prometto di terminarli in tempi più ragionevoli. In ogni caso, perseverate e andate avanti, le recensioni sono solo uno (forse nemmeno il più sincero) dei mille modi per farvi pubblicità e per sondare il gradimento che riscuote il vostro lavoro.

In tema di perseveranza, vi faccio riascoltare una delle più belle canzoni di Edoardo Bennato, “Non farti cadere le braccia”. Buonanotte e… non arrendetevi né ora né mai!

 

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Copyright © 2014-2019 Penna d'oca All rights reserved.
This site is using the Multi Child-Theme, v2.2, on top of
the Parent-Theme Desk Mess Mirrored, v2.5, from BuyNowShop.com